Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

logo r

Alimentazione: i 7 cibi che aiutano la memoria

Cioccolato fondente amico del cervello

Giornalmente abbiamo sempre molte cose da fare, appuntamenti da ricordare, visite importanti a cui sottoporsi e così via. In questa era frenetica la nostra memoria viene impiegata attivamente da ogni individuo che sogna, dunque, il 'rimedio' per non rischiare di saltare più un incontro importante. Ma per aiutare il nostro cervello a ricordare tutto, o quasi, non serve cercare chissà quale medicinale o integratore, basta semplicemente aprire il frigorifero.

A dirlo è la scienziata Elisabetta Menna, ricercatrice dell'Istituto clinico Humanitas di Rozzano (MI) e del reparto di neuroscienze del Cnr, che propone il consumo abituale di 7 speciali alimenti che influiscono sulla nostra memoria. 

Si tratta di uova, germe di grano, arachidi, merluzzo, semi di girasole, caffè e cioccolato fondente. Consumati con una certa regolarità (senza però eccedere con, ad esempio, il caffè) costituiscono un valido aiuto al sistema nervoso umano che grazie alla presenza di due elementi fondamentali, la vitamina B e la colina ne mantengono inalterata la struttura cellulare e le funzionalità.

Nella nota pubblicata nella newsletter settimanale dell’IRCCS milanese la Dott.ssa Menna specifica:

'Uova, germe di grano, arachidi, merluzzo, semi di girasole, caffè e cioccolato fondente sono i cibi che aiutano di più la salute del cervello e della memoria. Sono ricchi di colina, un coenzima essenziale ossia una molecola importante per mantenere integra la struttura cellulare e le funzionalità del sistema nervoso. Un'ottima combinazione è rappresentata dal cioccolato fondente e dal caffè. Infatti, se da una parte il cioccolato fondente contiene flavonoidi che aiutano la perdita di memoria, dall’altra il caffè migliora l’acutezza mentale grazie alla caffeina, fonte di antiossidanti che aiutano a prevenire anche la depressione nelle donne'.


Oltre a questi la Dott.ssa Menna cita anche alcune verdure 'amiche della memoria' come ottimi rimedi naturali contro il declino cognitivo, tra cui:

'Broccoli e altre brassicacee o crucifere come cavoli, cavolini, cavolfiori, contengono vitamina C e acido folico sostanze che hanno un effetto positivo sulla memoria oltre a migliorare la concentrazione e l’attenzione'


Infine ci sono anche particolari frutti come i mirtilli o le noci che, grazie agli acidi grassi omega-3 e omega-6 e al loro apporto di vitamina E e B6, costituiscono altri rimedi naturali che contrastano la naturale perdita di memoria dovuta all'invecchiamento.

 

 

Chi Sono
Danilo Castrechini
Author: Danilo CastrechiniWebsite: http://caidoo.altervista.org
Nato a Roma, laureato in Ingegneria Informatica, ideatore del brand Portale Caidoo. Ho da sempre due passioni: la scrittura e l'AS Roma. Nel 2014 ho pubblicato il mio primo libro "Vaniglia". Scrivo principalmente di cose che mi interessano e appassionano, cercando di dare un punto di vista diverso dalla solita informazione.

Google+